Skip to main content

An: Simonetta Sommaruga, direttrice del DATEC, e Guy Parmelin, direttore della SECO.

Nessun accordo di libero scambio tra Svizzera e Bolsonaro il distruttore dell’Amazzonia!

L'Amazzonia è in fiamme! Motivo: Deforestazione illegale e incenerimento.

La Svizzera sta per concludere un accordo di libero scambio che consentirà di aumentare le esportazioni brasiliane di carne e soia e quindi di promuovere ulteriormente la deforestazione!

Chiediamo che la Svizzera non concluda un accordo di libero scambio con lo Stato-Mercosur brasiliano, che non preveda sanzioni efficaci contro le violazioni dei diritti umani o il mancato rispetto di rigorosi standard ambientali e sociali!

Warum ist das wichtig?

La Svizzera sta attualmente negoziando un accordo di libero scambio con gli Stati del Mercosur (Argentina, Brasile, Paraguay, Uruguay). Secondo resoconti dei media del 22 agosto, i paesi sono sul punto di raggiungere un accordo sul patto commerciale - uno degli addetti ai lavori ha persino riferito che "i comunicati stampa sarebbero già stati scritti"!

Non è solo ecologicamente ed eticamente irresponsabile concludere un accordo di libero scambio con Bolsonaro, ma non ha senso neanche dal punto di vista economico: l'accordo alimenterebbe ulteriormente il cambiamento climatico. I costi sostenuti in Svizzera a causa del riscaldamento globale non sono paragonabili ai profitti a breve termine.

La foresta pluviale amazzonica è la più grande del mondo. La sua funzione più importante è quella, con i suoi miliardi di alberi, di trattenere gas serra equivalenti a 140 anni di attività industriale. Se queste fossero rilasciate, equivarrebbe a una "bomba CO2". Il 60% della foresta vergine si trova in Brasile. Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha drasticamente aumentato la deforestazione in Amazzonia da quando è entrato in carica. Solo nel mese di luglio, la deforestazione è aumentata del 278% rispetto al mese precedente. Secondo i ricercatori, la deforestazione illegale e l'incenerimento sono anche le cause degli incendi boschivi distruttivi ².

Grazie agli accordi di libero scambio, gli Stati del Mercosur vogliono esportare più prodotti agricoli verso la Svizzera - soprattutto soia e carne. ¹ L'accordo di libero scambio svizzero ha quindi un'influenza diretta sulla deforestazione in Amazzonia, che continuerà ad aumentare grazie all'aumento delle esportazioni agricole!

Per tutti questi motivi, è assolutamente irresponsabile che la Svizzera concluda un accordo di libero scambio con il Brasile che non preveda sanzioni efficaci contro le violazioni dei diritti umani o il mancato rispetto di rigorosi standard ambientali e sociali.

🇫🇷 Version française: https://act.campax.org/p/suisse-bresil
🇩🇪 Deutsche Version: https://act.campax.org/p/schweiz-brasilien

Stato attuale delle firme per tutte le versioni delle diverse lingue: https://act.campax.org/efforts/save-the-amazon

Fonti:
[1] https://www.nzz.ch/schweiz/schweiz-und-mercosur-staaten-stehen-kurz-vor-einigung-ueber-neuen-handelspakt-ld.1503277
[2] https://www.republik.ch/2019/08/22/wir-werden-den-amazonas-ausbeuten-er-gehoert-uns

Neuigkeiten

2019-08-28 09:10:07 +0200

Ora o mai più! Le critiche internazionali agli accordi di libero scambio con il Brasile e gli altri Stati del Mercosur si fanno sempre più forti! La petizione è stata firmata oltre 60'000 volte in meno di una settimana. Ora occorre aumentare la pressione sul nostro governo: Giovedì 29 agosto, alle 13.30, consegnamo quindi la petizione al Consiglio federale. Dettagli e registrazione per la consegna della petizione 👉 https://act.campax.org/events/consegna-petizione-nessun-accordo-di-libero-scambio-con-bolsonaro-il-distruttore-dell-amazzonia?utm_source=&utm_medium=email&utm_campaign=blast2019-08-27

2019-08-26 13:11:19 +0200

1,000 Unterschriften erreicht