Skip to main content

An: Appello al Parlamento svizzero e al Consiglio federale

Asilo anche per i disertori e chi in Russia si oppone alla guerra!

La Svizzera deve aiutare a fermare la macchina da guerra russa, che da quasi due mesi porta morte e distruzione in Ucraina e costringe milioni di ucraini/e a fuggire. Il Consiglio federale e il Parlamento devono concedere urgentemente l'asilo ai disertori russi e agli obiettori di coscienza, così come a tutti/e coloro che si esprimono pubblicamente contro la guerra in Russia.

Primi.e firmatari.e: https://uploads-campax.s3.eu-central-1.amazonaws.com/Erstunterzeichner_innen%20%281%29.pdf

Warum ist das wichtig?

Dallo scoppio della guerra di aggressione della Russia contro lo stato sovrano dell'Ucraina e il suo popolo, l'immensa solidarietà della popolazione svizzera ha portato il nostro governo a spalancare le porte del nostro paese e a concedere asilo illimitato a decine di migliaia di vittime ucraine di questa aggressione. Accogliamo con favore questa decisione.
Tuttavia riteniamo che il diritto d'asilo debba essere garantito anche ad altre vittime dell'aggressione e del potere dittatoriale di Vladimir Putin, e che quindi la Svizzera dovrebbe impegnarsi pubblicamente ad accogliere.
Si tratta soprattutto di giovani soldati che l'ordine militare di Putin sta trasformando, contro la loro volontà, in assassini al servizio di una barbara guerra di aggressione.
Per molti di questi ragazzi, tra i diciotto e i venti anni, la prospettiva di una guerra che non hanno scelto di combattere, è quella di morire sul campo di battaglia.
Altri, costretti ad uccidere, o a commettere crimini di guerra, sono condannati a un futuro di incubi allucinanti, di grandi disturbi psicologici a causa di questa guerra.
Rischiano di sperimentare il drammatico ritorno alla vita civile come molte reclute americane che imperversarono e uccisero in Vietnam o più recentemente in Iraq.
All'interno della stessa Russia, centinaia di migliaia di altri giovani rischiano di essere mobilitati, di essere mandati al fronte per compiere atrocità.
Come quanti sono già al fronte, non hanno altra scelta che disertare, sottrarsi al dovere militare, disobbedire, a rischio di pesanti sanzioni, persino di dover affrontare la corte marziale.
In Russia, l'inasprimento delle pene contro chiunque osi parlare della guerra e non di una "operazione speciale", la brutale repressione dell'opposizione alla guerra e l'incarcerazione, rendono impossibile ai cittadini organizzare un vasto movimento contro la guerra.
Pertanto, riteniamo che anche tutte queste categorie dovrebbero beneficiare del diritto d'asilo perché anche loro sono vittime della logica dittatoriale e imperialista di Vladimir Putin.
Chiediamo quindi al parlamento e al Consiglio federale di annunciare pubblicamente la concessione dell'asilo in Svizzera a tutti i disertori russi, a tutti i giovani russi che rifiutano di essere arruolati e a tutte le persone che vivono in Russia e che, a causa delle loro opinioni sulla guerra, rischiano la repressione e la detenzione.
Il significato di un tale annuncio pubblico da parte del governo svizzero fungerebbe da incentivo alla disobbedienza di fronte a un governo ingiusto.

Wie die Unterschriften übergeben werden

L'azione di consegna delle firme si terrà il venerdì 13 maggio alle 11.00 a Berna presso la Cancelleria federale, terrazza dell'ala Ovest del Palazzo federale. Parteciperanno all'azione a cui è stata invitata anche la stampa, diverse persone tra i primi firmatari, sostenitori pacifisti e antimilitaristi.

Neuigkeiten

2022-05-04 14:59:31 +0200

100 Unterschriften erreicht

2022-04-23 14:49:25 +0200

50 Unterschriften erreicht

2022-04-23 11:10:29 +0200

25 Unterschriften erreicht

2022-04-21 21:17:08 +0200

10 Unterschriften erreicht